LA ROTAZIONE DELLA COLZA

L’introduzione della colza nell’ordinamento colturale ha indubbi vantaggi in termini rotazionali, che si traducono in maggiori performance produttive nelle colture in successione. L’inserimento della crucifera consente, infatti, un miglioramento delle condizioni fisiche del suolo, l’aumento della sostanza organica e la riduzione della carica di infestanti e parassiti.

Tali opportunità sono subordinate al rispetto di alcune regole agronomiche e alla corretta gestione della tecnica colturale. …………….. continua

Visualizza il documento in formato PDF: